9-14 Agosto 2008 – Valencia

9-15 Agosto 2008: ESTATE A VALENCIA (ESP)
 
Ed eccomi qui a raccontarmi questo bellissimo soggiorno d’estate presso la altrettanto splendida città di Valencia, in Spagna. E’ la terza città della Spagna, dopo Madrid e Barcellona, anche se personalmente è molto più bella,  tranquilla e solare delle prime due città. Ha una popolazione di più di 800.000 abitanti, e si sviluppa proprio a ridosso del Mar Mediterraneo.
 
SABATO 9 AGOSTO 2008
Oggi è stata la giornata di arrivo nella città di Valencia. Abbiamo preso il volo diretto Iberia 5714 (operato da Clickair) delle 15:50 da Milano Malpensa con arrivo a  Valencia alle 17:40.
L’aeroporto della città spagnola è molto piccolo in confronto ad altri, e la compagnia aerea, essendo una low-cost, non offre niente come spuntini a  bordo, se non a pagamento, però tant’è, il volo dura solo 1h50, per cui si può benissimo resistere. All’arrivo ritiriamo subito i bagagli e ci dirigiamo verso l’oficina de turismo, dove recupero una mappa della metro e una della città. Vediamo subito le immagini stampate de La Ciudad de las Artes y Ciencias, che subito ci colpiscono.
Da lì si scende con le scale mobili verso la stazione della metro, che efficientissima ci porta al centro di Valencia. Prendiamo perciò la linea 3 e ci scendiamo a Colòn, e dopo 2 minuti a piedi arriviamo al nostro hotel, il Vincci Palace in Calle Paz 42. Espletate le formalità di check in, andiamo in stanza ad appoggiare le valigie: la struttura è bellissima, appena rimodernata e riaperto nel 2007, con la camera con un letto enorme, le luci che cambiamo intensità, aria condizionata e tv al plasma. Appoggiamo le valigie, ci facciamo un bagno veloce ed usciamo alla scoperta della città e per mangiare un boccone. Così troviamo un bar che serve paella vicino a Plaza del Ayuntamento (la piazza del Comune), Riviera, e lì mangiamo e ci saziamo dopo il viaggio. Facciamo un rapido giro nella zona e ritorniamo in camera per farci una bella dormita.
 
DOMENICA 10 AGOSTO 2008
Come d’abitudine, ci alziamo di buon’ora e andiamo a fare una colazione veloce da Starbucks, che è proprio sotto l’albergo. Da lì ci dirigiamo in Plaza de la Reina, dove visitiamo dapprima la Cattedrale e poi a poco a poco tutte le viuzze del centro storico, incanalate tra edifici di più di centro anni e ricche di storia. Tuttavia il centro storico è in gran parte in rifacimento, come Plaza Redonda, una splendida piazza tutta tonda. Poi abbiamo visitato la zona del Mercado Central, e visto che era domencia, abbiamo visto anche tutti i mercatini delle pulci locali. Dal centro storico ci siamo spostati verso El jardin del Turia, un giardino di più di 14 Km che abbraccia tutta Valencia. Un tempo solcato dal fiume omonimo, ora è diventato uno splendido parco verde dato che nel 1957 una tremenda alluvione distrusse la città, per cui i valenciani decisero di deviarne il corso. Lo abbiamo percorso per un bel pezzo, non prima di aver provato la famosa Horchata (che però a me proprio non è piaciuta), dato il caldo torrido. A poco alla volta siamo arrivati alla splendida Ciudad de las Artes y Ciencias, che ci ha subito impressionato: le costruzioni sono fantascientifiche e sono state disegnate dall’architetto valenciano Santiago Calatrava; si dividono in Palau des Artes Reina Sofia, Il Museo de las Ciencias Principe Felipe, L’Hemisferic e l’Oceanografic, uno splendido parco marino tra i più grandi d’Europa. Presso l’Umbracle, una costruzione che serve a nascondere il parcheggio sotterraneo, abbiamo mangiato un panino con jamon al volo in uno dei chioschetti che circondano la Ciudad, per poi nel pomeriggio visitare l’Oceanographic, questo splendido acquario che raccoglie più di 40.000 specie marine, e dove abbiamo anche assistito allo spettacolo dei delfini. Abbiamo anche acquistato già i biglietti per il giorno successivo per l’Hemisferic e al Museo de las Ciencias Principe Felipe. Usciti da qui, siamo andati verso ilcircuito di Formula 1 che il prossimo 24 Agosto ospiterà il circuito cittadino del GP d’Europa. Abbiamo proseguito verso il porto, dove era aperto il box di Alinghi, e abbiamo visitato la zona teatro dell’America’s Cup 2007. Tornati poi in albergo con la metro, ci siamo fatti una doccia veloce e poi da Asador Pipol in Calle Convento de San Francesco, a mangiare con 15 euro un menù completo. Da lì, un giro veloce nel centro e poi a riposare.
 
LUNEDI 11 AGOSTO 2008
Avendo il biglietto per lo spettacolo IMAX Profundidades Marinas presso l’Hemisferic delle 11:30, ci alziamo verso le 10, rapida colazione sempre da Starbucks e via verso la Ciudad. Lo spettacolo è grandioso in questa struttura a forma di occhio, e le cuffie rendono proprio l’idea col racconto di Johnny Depp e Kate Winslet. Da lì abbiamo mangiato un panino al volo e poi nel pomeriggio siamo entrati nel Museo de Las Ciencias Principe Felipe. E’ grandiosa soprattutto la struttura; da lì siamo andati poi verso il porto, ancora ai box dell’America’s cup 2007, proseguendo poi verso la spiaggia di Malvarrosa, lunga più di 15 Km, dove abbiamo fatto una piccola sosta. Da lì abbiamo ripreso il tram e poi con la metro in albergo. Prima però di entrare in albergo, ci siamo fermati a Mercadona, un supermercato poco distante dall’hotel dove abbiamo preso qualcosa da mangiare e da bere. Da lì ci siamo fatti una doccia in hotel e poi verso Plaza de la Reina a mangiare un ottimo (anche se abbastanza caro) filetto da Vintara.
 
MARTEDI 12 AGOSTO 2008
L’inizio della terza giornata valenciana è stata con la classica colazione da Starbucks (ormai ci conoscono…) e poi diretti verso il Mestalla, dove veniamo a sapere che la sera ci sarà la partita di presentazione della nuova squadra. Da lì siamo andati a vedere la zona dell’Università e poi al Jardines del Real, un altro splendido parco che dimostra quanto sia verde la città di Valencia. Ci siamo poi spostati al Museo de Bellas Artes de Valencia, che tra l’altro è gratuito. Poi siamo andati a visitare le mura della città prima di goderci un bocadillo in Calle del Muro de Santa Ana. Poi abbiamo preso la metro e ci siamo diretti, senza non poche difficoltà, verso il Bioparc, uno splendio parco che riproduce la vità degli animali africani che si trova a nord di Valencia. E’ un po’ un’impresa trovarlo perchè di cartelli ce ne sono pochi all’uscita della metro, ma comunque vlae la pena di vistarlo perchè ha la peculiarità che gli animali sono liberi, non rinchiusi in gabbie (beh, tranne leopardi e leoni, ovviamente…). Ma tipo le scimmiette saltano da un ramo all’altro e tu ci passi proprio vicino. Prima di tornare in albergo siamo passati ancora da Mercadona, dato che il programma per il giorno dopo era di stare in spiaggia e mangiarci dei panini fatti da noi. Poi siamo tornati in albergo per una doccietta e via verso La vita è bella, dove abbiamo mangiato una pizza e bevuto una cerveza.
 
MERCOLEDI 13 AGOSTO 2008
Oggi è stato l’ultimo giorno di visita alla città. Come al solito, colazione con dos cafè y leche, un zumo de naranja y un cookie al chocolate da Starbucks, con la giornata che era ventosissima: abbiamo capito perchè han deciso di fare proprio qui la Coppa America! Dopo la colazione, con la metro siamo andati verso il mare e abbiamo fatto tutto il giro del circuito, visto che di andare in spiaggia con quel vento voleva dire mangiare sabbia e nient’altro. Siamo poi andati anche da Desafìo, dove ho comprato una maglietta molto bella della squadra spagnola. Abbiamo resistito un quarto d’ora poi il vento ci ha costretto a rientrare in albergo dove ci siamo fatti un bel bagno rilassante. Siamo poi usciti e siamo andati a prendere il pulman n° 35 in Plaza de l’Ayuntamento che ti porta direttamente a La Ciudad de las Artes y Ciencias, dove siamo andati al vicino centro commerciale a mangiare una buonissima cena spagnola da Canas y tapas presso Aqua Multiespacio, un grandioso centro commerciale, prima di fare qualche ultima foto a la ciudad con le luci notturne. Abbiamo ripreso il pullman e siamo tornati in albergo.
 
GIOVEDI 14 AGOSTO 2008
Oggi siamo ripartiti per Milano Malpensa, dopo la solita colazione. Ci siamo diretti all’aeroporto con la metro, comodissima, e abbiamo preso il volo Iberia 5715 (effettuato sempre da Clickair) delle 13:20 con arrivo in Italia alle 15:10.
 
Come detto, per chi vuole vedere una splendida città non così inflazionata, il consiglio è di visitare Valencia!
 
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a 9-14 Agosto 2008 – Valencia

  1. Maurizio ha detto:

    Ciao! Passavo per caso e il tuo blog mi ha colpito – non a caso amo viaggiare e prima o poi ci scappera\’ un weeked lungo a Valencia… 🙂 ma la Spagna e\’ tutta bella: dovresti visitare l\’Andalusia!! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...