E finalmente finì anche l’università…

Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai,
silenziosa luna?

Sorgi la sera, e vai,
contemplando i deserti; indi ti posi.
Ancor non sei tu paga
di riandare i sempiterni calli?
Ancor non prendi a schivo, ancor sei vaga
di mirar queste valli?
Somiglia alla tua vita
la vita del pastore.
Sorge in sul primo albore
move la greggia oltre pel campo, e vede
greggi, fontane ed erbe;
poi stanco si riposa in su la sera:
altro mai non ispera.
Dimmi, o luna: a che vale
al pastor la sua vita,
la vostra vita a voi? dimmi: ove tende
questo vagar mio breve,
il tuo corso immortale?
(G. Leopardi, Canto notturno di un pastore errante per l’Asia)
 
E cosi arrivò anche l’ultimo esame dell’Università. Lo stralcio di poesia che ho voluto mettere come inizio di questo intervento sta proprio a significare la fine di un periodo della mia vita e l’inizio di un altro, pieno di dubbi, domande e quesiti che magari, in tutta una vita, non troveranno mai risposta.
 
Vi anticipo già che, una volta che avrò la laurea in mano, stenderò un post dove scriverò di ogni professore che ho avuto e di ogni materia che ho frequentato in questi 5 lunghi anni in Università Cattolica, Facoltà di Economia, ogni mia impressione, favore o lamento, in modo da poter dare un’idea di quello che attende i futuri discepoli di questa università piena di contraddizioni.
 
Ma tornando a noi, finalmente ho finito gli esami; ho fatto Storia Economica II (del Lavoro e delle Relazioni Industriali) con il prof. Carera, che mi è sembrato ben più difficile di quel che sembrava, e poi ho terminato anche Marketing II, al quale avevo partecipato, per la parte di Trade&Category Management, al progetto Brandstorm di L’Oréal; il progetto, che abbracciava molte università nel mondo, e un gran numero di studenti, consisteva nel calarsi nel ruolo di product manager, e cercare di sviluppare o migliorare una linea di prodotto del portafoglio L’Oréal. Quest’anno la scelta è caduta su Vichy, e soprattutto sulla sua linea di prodotti solari in farmacia, ossia Capital Soleil.
 
 
Così, insiema ad altri due miei colleghi, Umberto B. e Marco B., ci siamo dati da fare analizzando prima mercato, competitors e consumatori, in modo da sviluppare la SWOT Analysis, e capire quali erano i punti di forza o di debolezza sui quali insistere per la realizzazione della nostra nuova linea. Tutto questo è stato anche supportato dallo sviluppo di un questionario di 9 domande da noi realizzato e verificato in più di 30 aziende di Milano, Como e Verona.
 
Dopo di ciò, abbiamo proprio creato una linea di prodotti nuovi, la Linea Young, destinata ai giovani 13-25 anni, e tutta la campagna pubblicitaria ad essa legata. E’ stato un lavoraccio, ma almeno è stato ampiamente ripagato dal voto finale raggiunto nell’esame, che peraltro contava anche la parte di Marketing Internazionale del prof. Staiti.
 
La sua parte è stata davvero molto interessante, lui è un personaggio, e la cosa bella è che dovevi analizzare i casi di studio…e calarsi nel reale penso sia la cosa migliore, soprattutto in una laurea specialistica. Di studiare un libro e ripeterlo come macchinette sono capaci tutti, la difficoltà sta nell’applicare quello che si studia nel concreto, che è poi quello che ci richiederà il mondo del lavoro. E’ per questo che ho sempre cercato di scegliere quegli insegnamenti che permettessero anche un ragionamento e non lo semplice studio a memoria della materia. Anche l’esame che ho sostenuto era un caso: Whirlpool, con il suo ingresso nel mercato europeo a fine anni ’80.
 
Ora che ho finito l’università, mi aspetta il mondo del lavoro, e ovviamente la tesi di laurea, che conto di consegnare per la sessione o di luglio o di ottobre 2008.
 
Come gaudio, a marzo mi regalo un finesettimana nella stupenda Londra, dove raggiungerò Miky che domenica parte per un soggiorno-studio proprio alla GEOS London a Ealing (quando sono stato io era EuroAccents) dove ho fatto anche io la stessa cosa ma nel 2002. In bocca al lupo!
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a E finalmente finì anche l’università…

  1. nikka ha detto:

    bravo pesciolino… ti auguro una bel 110 e lode con bacio accademico….

  2. Tamara ha detto:

    ma…e lo si dice così?…complimentissimi…tutto questo mi fa pensare che io oggi ho dato solo il mio secondo esame della specialistica e mi sembra un po\’ presto iniziare il conto alla rovescia ( anche perchè scrivere -28 esami non aiuta molto)…x fortuna avrò ancora un po\’ di tempo x abituarmi all\’idea che ti dovrò dare del dottore…complimenti ancora!!!

  3. Massimiliano ha detto:

    Complimenti Dottore…
     
    Immagino che ora sarai super contento… Bravo davvero…

  4. mery ha detto:

    Ciao Marco!!!Grz mille d avermi aggiunta agli amici…Cmq Leopardi è il mio poeta adorato,mio marito defuntosn felice che lo apprezzi….1 bacione Mery

  5. Stefano e Sarah ha detto:

    Hei ciao!!! ci farebbe molto piacere se venissi a trovarci e perchè no magari darci qualche consiglio!!! Qui è molto bello!
     
    Bye
     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...