Looking back on an Olympic Year

Con questa lettera apparsa sul sito ufficiale IOC lo scorso 29 Dicembre 2006,
desidero augurare a tutti i frequentatori, abituali e non del mio blog,
sinceri auguri di un BUON ANNO 2007
ricco di gioie, serenità e grandi soddisfazioni.
 
 
Looking Back on an Olympic Year
 
 

IOC President
Jacques Rogge
 
29 December 2006
 
An Olympic year is always a special year. Highlighted by a festival of pure sporting excellence, Olympic years are the milestones that punctuate Olympic history. 2006 started with a bang as the athletes of the world gathered in Turin, Italy, for the XX Olympic Winter Games. Turin embraced the youth of the world and warmed our hearts with Italian passion. Through their performances and conduct, the athletes showed the world what the Olympic Games are about: a time of universality and sporting excellence. I called them “truly magnificent Games”.
 
Athletes at the Centre of the Olympic Movement
The Olympic year was also marked by other significant events. In June we celebrated the 25th anniversary of the IOC Athletes’ Commission. This Commission has allowed us to demonstrate our strong commitment to putting the athletes at the centre of the Olympic Movement, which today is stronger than ever. The athletes on this Commission, most of whom are sporting heroes in their countries, have a status in society as role models, and encourage the young generation to practise and enjoy sport, and to adhere to the values that are linked to it.
 
Cultural Exchange and Understanding
In August we celebrated two-years-to-go until the Games in Beijing, which will open on the eighth day of the eight month of the year 2008. The day saw a demonstration of keen enthusiasm by the Chinese people, as one million Beijingers took part in morning exercises in close to 5,000 venues. The staging of the Games in Beijing will mark a major milestone for the Olympic Movement. Bringing the Games to China means that potentially one-fifth of the world’s population will be exposed to Olympic values, something that is a magnificent opportunity for the Olympic Movement. I am confident that the Games in Beijing will not only be highly successful but will also provide a stage where the peoples of China and the rest of the world will be enriched through cultural exchange and understanding.
 
Sport for All
Amongst the many other events that marked this Olympic year was the 5th World Forum on Sport, Education and Culture held in Beijing in October. I told the audience there that we have the social responsibility to demonstrate by our example that sport teaches us how to respect ourselves and one another, how to strive for excellence in all that we do and, perhaps above all else, the importance of friendship and peace.
I was also delighted to attend the 11th Sport for All Congress in Havana, Cuba, in November. We are endeavouring to make sport more attractive; to help sports clubs attract the interest of young and older people; and to educate children and their parents better on what sport can bring and where to practise it.
 
Excellence, Respect and Friendship
The International Olympic Committee works hard to promote our Olympic values of excellence, respect and friendship, to support sports organisations and to encourage the youth of the world to practise sport. After all, the Olympic Movement of tomorrow lies in the youth of today.
 
Seasons greetings to all, young and old!
Jacques Rogge, IOC President
 
**********
 
Riguardare un Anno Olimpico
 
 


Il Presidente del CIO 
Jacques Rogge
29 dicembre 2006

 

 
Un anno olimpico è sempre un anno speciale. Evidenziati da un festival di puro merito sportivo, gli anni olimpici sono le pietre che puntellano la storia olimpica. Il 2006 è cominciato con una miriade di atleti di tutto il mondo riuniti a Torino, in Italia, per i XX Giochi Olimpici Invernali. Torino ha abbracciato la gioventù del mondo ed ha scaldato i nostri cuori con la passione italiana. Con le loro prestazioni e il loro comportamento, gli atleti hanno mostrato al mondo che cosa rappresentano i Giochi Olimpici: un momento di universalità e di merito sportivo. Li ho denominati “Giochi davvero magnifici„.
 
Atleti al centro del movimento olimpico
L’anno olimpico inoltre è stato contrassegnato da altri eventi significativi. In giugno abbiamo celebrato il venticinquesimo anniversario della Commissione degli atleti IOC’. Questa Commissione ha permesso che noi dimostrassimo il nostro impegno forte nel mettere gli atleti al centro del movimento olimpico, che oggi è più forte che mai. Gli atleti in questa Commissione, la maggior parte dei quali sono eroi nazionali nei loro paesi, hanno una condizione nella società come modelli di ruolo e consigliano alle generazioni giovani di esercitarsi e godere nello sport ed aderirsi ai valori che ad esso sono collegati.
 
Scambi culturali e opinioni
In agosto abbiamo celebrato il meno due anni ai Giochi di Pechino, che si aprirà l’ottavo giorno dell’ottavo mese dell’anno 2008. Quel giorno ha visto una dimostrazione di entusiasmo acuto da parte della gente cinese, poichè un milione di abitanti di Pechino hanno partecipato alle esercitazioni di mattina all’interno di 5,000 future sedi di gara. L’allestimento dei Giochi a Pechino contrassegnerà una pietra importante per il movimento olimpico. Portare i Giochi in Cina significa che potenzialmente un quinto della popolazione del mondo sarà esposto ai valori olimpici, che significa un’occasione magnifica per il movimento olimpico. Sono sicuro che i Giochi a Pechino non solo riusciranno al massimo ma inoltre forniranno una fase in cui la gente della Cina e del resto del mondo sarà arricchita con lo scambio culturali e l’incontro di più opinioni.
 
Sports for all
Fra i molti altri eventi che hanno contrassegnato questo anno olimpico c’è il 5° incontro del mondo dello sport, sulla formazione e sulla cultura tenutosi a Pechino in ottobre. Dissi al pubblico presente che noi abbiamo la responsabilità sociale di dimostrare, dal nostro esempio, che lo sport ci insegna come rispettarsi l’uno con altro, come ottenere il massimo da tutto quello che facciamo e, forse soprattutto, l’importanza di amicizia e pace. Inoltre sono stato molto lieto di partecipare all’undicesimo congresso Sports for all tenutosi all’Avana, a Cuba, in novembre. Stiamo tentando di rendere lo sport più attraente; per aiutare i club di sport ad attrarre l’interesse dei giovani e più anziani; e per istruire di più e meglio i bambini ed i loro genitori su che cosa lo sport dove poterlo esercitare.
 
Merito, rispetto ed amicizia
Il Comitato Olimpico Internazionale lavora duro per promuovere i nostri valori olimpici di merito, di rispetto e di amicizia, alle organizzazioni di sport di sostegno e per consigliare alla gioventù del mondo come allenarsi nello sport. Dopo tutto, il movimento olimpico del domani si trova nella gioventù di oggi.
 
Cordiali saluti a tutti, giovani e adulti!
Jacques Rogge, Presidente del CIO
 

Al 1° Gennaio 2007

 
 
 
– 585 giorni
One World, One Dream. Pechino avrà l’onore di ospitare il mondo in Agosto 2008.
 
 
 
 
 
–  1138 giorni

From sea to sky. Vancouver ospiterà i Giochi Canadesi nel 2010.

 
 
 
                               
 
– 2034 giorni

Nel 2012 Londra ospiterà i Giochi che ispireranno una generazione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...