Roma, 02/12 Manifestazione per la Libertà

 
 
…Siete moltissimi voi e sono moltissimi quelli che
ci stanno seguendo col cuore attraverso la radio e la televisione…
…Sono qui tra di voi perché dovevo e volevo esserci…
…E grazie per essere venuti così in tanti da tutte le regioni d’Italia, da tutte le città d’Italia a portare qui, a questo corteo di libertà, a questa festa di libertà, oltre alla vostra protesta, la vostra fiducia, il vostro entusiasmo, la vostra speranza….
Noi siamo oggi qui, in questa Roma, in questa piazza traboccante di entusiasmo
che ha gli occhi del Paese puntati addosso, per motivi chiari:
vogliamo mandare a casa un governo che distrugge la fiducia degli italiani nello Stato, 
che aumenta a dismisura il prelievo dalle nostre tasche,
che spreca le nostre risorse e riduce la libertà di ciascuno di noi…

Siamo qui perché non ci piacciono le vecchie ideologie punitive del secolo scorso,
le concezioni dell’uomo che hanno prodotto lo Stato di polizia e il sistema totalitario, le guerre ingiuste e lo spirito di fazione, la delazione fiscale e il sequestro della ricchezza di chi lavora e di chi risparmia….

Siamo qui perché vogliamo opporci a una cultura che diffida degli individui liberi,
che non vuole una società prospera e autonoma, capace di camminare sulle proprie gambe…

Siamo qui perché non ci piace una mentalità che svaluta la famiglia fondata sul matrimonio e sull’amore tra un uomo e una donna, sull’educazione dei figli alla libertà e alla responsabilità…
Siamo qui perché ci piace tutto quello che è nuovo, ma non accettiamo il disprezzo del passato,
il disprezzo delle nostre radici, il disprezzo della nostra cultura.

La nostra idea della politica è pienamente laica,  ma ha qualcosa di sacro.
Siamo un popolo unito, non un insieme confuso e disordinato di gruppi sociali, di interessi,
di ideologie, come sono oggi le sinistre, tenute insieme solo dal potere, dall’invidia e dall’odio sociale.
Quando parliamo del nostro futuro dobbiamo sempre ricordarci
che prima vengono gli elettori, prima viene il nostro popolo, prima vengono le nostre donne e i nostri uomini, 
e solo dopo vengono i partiti, i loro dirigenti e i loro leader…
 
Nella nostra visione del mondo di liberali e di cristiani, i partiti nascono
sulla base dei valori condivisi dai cittadini. I partiti esistono
perché esistono i valori, perché esiste un’idea comune della persona, della società e dello Stato.
In una democrazia è il popolo che sceglie i leader, non sono i leader che scelgono il popolo!
 
Vogliamo uno Stato che sia al servizio dei cittadini, e non vogliamo che siano i cittadini al servizio dello Stato.
Vogliamo una economia forte e vitale, fondata su imprese moderne ed efficienti.
Per queste ragioni noi ci opponiamo oggi al governo delle sinistre, 
ci opponiamo alla peggiore Legge finanziaria della storia della Repubblica…

Per questa ragione noi intendiamo tornare al più presto al governo dell’Italia.
Per finire il lavoro che abbiamo fatto per cinque anni, e che abbiamo fatto bene.
Per realizzare pienamente quell’Italia che noi tutti abbiamo in mente e sogniamo:
l’Italia profonda, vera, giusta, l’Italia della solidarietà, della tolleranza e dell’amore,
in una parola, la nostra Italia della libertà.
Grazie di cuore un  abbraccio affettuoso a tutti
W l’Italia
W la libertà

Silvio Berlusconi

 
Se vuoi leggere l’intero testo del discorso di Silvio Berlusconi, clicca qui

                                  
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...