30/11-03/12/2006 NHK Trophy e Classifiche Finali – General Updates of Figure Skating

30/11-03/12/2006
GRAND PRIX – NHK TROPHY – NAGANO – JPN
Risultati finali
 
Individuale Femminile
Ranking Name                            Nat.    Points    SP FS 
    1       Mao ASADA                   JPN     199.52    1   1
    2       Fumie SUGURI               JPN     179.31    2   2
    3       Yukari NAKANO              JPN     160.93    3   3
 
La vincitrice del concorso femminile, la giapponese Mao Asada
  
Individuale Maschile
Ranking Name                            Nat.    Points   SP FS 
    1       Daisuke TAKAHASHI       JPN    247.93   1   1
    2       Nobunari ODA                JPN    244.56   2   2
    3       Takahito KOZUKA           JPN    208.34   4   3     
 
Ice Dancing – Danza
Ranking Name                                                      Nat.  Points  CD OD FD 
     1      Marie-France DUBREUIL/Patrice LAUZON    CAN  195.89  1    1   1
     2      Jana KHOKHLOVA/Sergei NOVITSKI           RUS  180.57  2    2   2
   
     3      Melissa GREGORY/Denis PETUKHOV           USA  177.81  3    3   3
 

 
I canadesi Dubreuil/Lauzon
 

Coppie 
Ranking Name                                                        Nat. Points   SP FS 
     1      Xue SHEN/Hongbo ZHAO                            CHN 190.97   1   1
     2      Dan ZHANG/Hao ZHANG                             CHN 181.87   2   2
     3      Valerie MARCOUX/Craig BUNTIN                 CAN 163.37   3   3
 
Nessun atleta italiano è iscritto per questo Grand Prix disputato nella terra del Sol Levante.
Grande prestazione dei giovani talenti giapponesi sul ghiaccio di casa: la fanno infatti da padroni sia nel concorso femminile che in quello maschile.
Tra le donne, vince Mao Asada, capace di compiere uno short ai limiti della perfezione soprattutto in termini di dolcezza d’interpretazione.  Ottimi i passi, le varie sequenze e le trottole, molto ben congeniate all’interno del programma. Seconda ha chiuso la connazionale Fumie Suguri, la quale, nonostante i pochi errori commessi, non ha presentato un programma degno della Asada. Yukari Nakano ha chiuso al terzo posto,  che ha pattinato sul "Cenerentola" di Prokofi’ev, ma l’errore sul triplo Salchow le ha condizionato la gara.
Tra i maschi, dominio di Daisuke Takahashi, davanti ai connazionali Oda e all’ottimo Kozuka. I primi due giapponesi hanno presentato programmi pressochè analoghi con ottime sequenze e stupende combinazioni, più staccato Kozuka, al primo anno da Senior e già sesto al Bompard 2006.
Tra le coppie d’artistico, prime posizioni divise tra le coppie giapponesi Shen/Zhao e Zhang/Zhang.  I primi hanno saputo esprimersi al meglio sulle sequenze di sollevamenti, sui salti, e due ottimi sollevamenti di livello 4. Peccato per la detrazione dovuta alla perdita di ritmo con la musica: infatti hanno finito con quasi 6 secondi di ritardo rispetto al disco. Il libero di Zhang/Zhang è iniziato con un bellissimo  triplo Salchow lanciato, ma qualche piccola imperferzione gli è costata la medaglia d’oro. Terzi gli ottimi canadesi Marcoux/Buntin.
Nella danza, Deubreuil/Lauzon hanno vinto il loro concorso, vincendo tutte e tre le prove, così come i russi Khokhlova/Nowitski l’argento e gli americani Gregory/Pethukov il bronzo.
 
Questa era l’ultima prova di GP prima della finali di St. Pietroburgo alla metà di dicembre.
 
Come sempre, i video sono reperibili sul nuovo fsvideos.com
 
Qui invece il riassunto da USFigureSkating
 
Questo il sito ufficiale della manifestazione

 
                                      
Le gare hanno avuto luogo presso il "Big Hat Stadium" di Nagano,
impianto nel quale si sono disputati i Giochi Olimpici di Nagano 1998.
 
Questi dunque gli atleti che parteciperanno alle finali di Grand Prix,
che si terranno dal 14 al 17 Dicembre 2006 a ST. PIETROBURGO – RUS 
 
Individuale femminile
 
Individuale Maschile
 
Coppie
 
Ice Dancing – Danza 
***********************************************************

Anna Cappellini pattina sognando le Olimpiadi

La comasca Cappellini, in coppia con il milanese Lanotte,

grande protagonista con le stelle del ghiaccio mondiale

 

COMO – «Un’intervista? Ma certo! Se per voi non è un problema potete chiamarmi verso mezzogiorno, mentre sto andando a Milano al palazzotto del ghiaccio?». Anna Cappellini non vuole fare la preziosa, è solo che tra allenamenti e spostamenti in auto non ha molto tempo libero. E così sarà fino alla prossima estate.

La sua agendina è piena di importanti appuntamenti, soprattutto da quando Anna (19 anni) e il suo compagno Luca Lanotte (21 anni) hanno esordito nella categoria senior. Per capirci meglio quella in cui hanno regalato mille emozioni Barbara Fusar Poli e Maurizio Margaglio, prossimi protagonisti a Como per l’inaugurazione di «Como città dei Balocchi». La comasca Anna Cappellini ha partecipato per la prima volta al Grand Prix, la Champions League della danza su ghiaccio.

«Io e Luca siamo molto contenti: quinti a Parigi, ottavi a Mosca. Abbiamo pattinato molto bene ricevendo molti consensi». Il grande salto nella serie A della danza sul ghiaccio non è stato un problema per Anna. E’ una ragazza carina, simpatica e soprattutto determinata: «Sono scesa in pista concentrata anche perché non avevo l’assillo di dover vincere a tutti i costi, c’erano coppie che da anni lottano per il titolo mondiale o per una medaglia olimpica».

Ma dopo le gare di Parigi e Mosca, Anna ha le idee più chiare: «Non vorrei passare per presuntuosa, ma se io e Luca continueremo ad allenarci al massimo nel giro di pochi anni potremmo arrivare… in zona medaglie alle Olimpiadi del 2010, in programma a Vancouver». Pur essendo giovanissima, Cappellini-Lanotte sono la seconda coppia italiana della specialità. La numero uno è composta da Federica Faiella (21 anni) e Massimo Scali (23 anni): originari di Roma si allenano da tempo negli Stati Uniti ed hanno già disputato due Olimpiadi. A Parigi Faiella-Scali sono giunti terzi, Cappellini-Lanotte quinti.

Un bel segnale… «Ma Federica e Massimo non hanno nulla da temere, noi siamo alle prime esperienze internazionali. Impossibile, però, pronosticare il futuro…». Anna Cappellini e il milanese Luca Lanotte devono aver dato spettacolo, ma in Italia nessuno ha potuto vedere le loro esibizioni. Eppure la danza su ghiaccio è uno degli sport "minori" che fa alzare gli ascolti in tv.

«In Francia, Russia, Giappone, Canada è molto facile vedere in tv una gara, ci sono atleti che sono delle vere star, molto richieste dai pubblicitari. In Italia dobbiamo aspettare le Olimpiadi… o una grande impresa azzurra. Guardate la ginnastica, solo dopo aver vinto il Mondiale con la Ferrari la tv ha trasmesso le altre gare… ».

Anna si allena 5/6 ore al giorno, riposa solo il sabato. E poi c’è l’università. «Sono iscritta alla facoltà di Lingue e letteratura straniere, non riesco a frequentare le lezioni, ma non mollo: a gennaio vorrei dare i primi esami». Anna è abituata a lottare da una vita. Sua mamma è scomparsa lo scorso 10 giugno dopo una lunga malattia, aveva 52 anni.

«Da tempo sapevo che un giorno l’avrei persa per sempre –  dice Anna – ma quando è arrivato il suo giorno mi sono sentita quasi perduta. Mia mamma, anche quando la malattia la stava spegnendo, mi ha sempre accompagnato agli allenamenti a Milano, seguiva tutte le lezioni e poi mi riportava a casa. Mi seguiva anche nelle gare all’estero, diceva che la facevano sentire viva. A Parigi dopo la prova ho sentito un vuoto: per la prima volta non ho potuto abbracciare la mia mamma, non ho potuto chiederle "come sono andata?". E’ stata dura ma devo andare avanti a pattinare. Anche per mia mamma, che è stata la mia prima tifosa».

A gennaio gli Europei a Varsavia, a marzo i mondiali a Tokyo. Quando la vedremo pattinare a Como? Il 9 e il 16 Dicembre la coppia Anna Cappellini/Luca Lanotte saranno in pista a Como, in Piazza Cavour, nella prima occasione per sostenere l’associazione Giovani Diabetici, la seconda in onore di Telethon.
(tratto da La Provincia di Como del 30/11/2006)

 
Anna Cappellini e Luca Lanotte ai Junior Gran Prix Final 2005
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...