Golden Celebrities on Ice

 GOLDEN CELEBRITIES ON ICE A MILANO

Che spettacolo ieri sera al MazdaPalace! Allora, io qualche appunto l’ho preso, soprattutto nel secondo tempo, vi riporto:

Tatiana Totmianina e Maxim Marinin, di sicuro quelli che per me si sono rivelati i più bravi oltre che i più coinvolgenti, senza togliere niente agli altri. Nel primo tempo hanno danzato su una musica italiana (e questo l’ho apprezzato molto), con dei bei vestiti rosso accesi., nel secondo tempo sulla musica Colour of the night; grandissimi.
 
Evgeni Plushenko, che dire, lo zar è stato strepitoso. Una grandissima prova di agilità, compostezza, precisione e forza: la sequenza di passi è stata un qualcosa di straordinario, i salti, le trottole…unico. Nel primo tempo Caruso, nel secondo la Tosca.
Philippe Candeloro un grandissimo showman, e prima un grandissimo campione. Ha fatto due esibizioni con salto mortale annesso da far rimpiangere Lillehammer 94 e Nagano 1998. Il programma olimpico di D’Artagnan nel primo tempo, e nel secondo tempo una serie di pezzi tratti da Ricky Martin, superlativo
Anna Cappellini e Luca Lanotte che bello aver visto questa giovane coppia, speranza, con Faiella Scali del pattinaggio italiano del futuro. Peccato solo che abbiano fatto una sola esibizione. Talenti. Nel secondo tempo han lasciato spazio a Federica Faiella e Massimo Scali, con i loro sollevamenti che sono un qualcosa di straordinario.
Stephane Lambiel – non faccio molto testo nei giudizi su di lui – pulito, bravo, peccato per le due cadute-scivolate nel primo tempo, nel secondo ha riprosposto il programma olimpico libero (con lo stesso costume) sulle Quattro Stagioni di Vivaldi. Ma Plushenko è su un altro pianeta.
Elena Grushina e Ruslan Goncharov premiati da Carolina Kostner con i gioielli dello sponsor Bliss, nel secondo tempo si sono esibiti su una versione dell’Adagio di Albinoni. Veramente molto bravi e lineari.
Silvia Fontana che energia ragazzi! Davvero senza freni e bravissima coma al solito. Già 10 minuti prima dello spettacolo era lì che se la saltava come una trottola a lato pista. Nel secondo tempo ha pattinato su Summertime, con il vestito e la coreografia già usata quest’anno al Lancia Ice Champions Tour (almeno nella tappa di Courmayeur)
Valentina Marchei appena tornata dall’ottimo 4° posto al Karl Schaefer Memorial di Vienna, si è esibita seconda dopo Cappellini-Lanotte. E’ un piccolo talento che di sicuro non farà rimpiangere la Fontana nelle competizioni internazionali.
Radka Kovarikova e Renè Nowotny anche loro grandissimi; dopo averli visti al LICT di Courmayeur, si sono ancora una volta ripresentati alla grande. Il pezzo del secondo tempo Hey Baby infatti è ripreso da quest’estate.
 
Aliona Savchenko & Robin Szolokowy sono anche loro dei grandissimi campioni; non sono medaglia d’argento europea per caso…
I mitici Vladimir Baseydin & Aleksyi Polischuk che fenomeni che sono…eh eh! Da morir dal ridere quando sono entrati con il vestitino del cigno, ma anche la prima esibizione il pezzo più forte è stato sicuramente il nuoto!
Suria Bonaly anche la giovane francese si è comportata alla grande. Pezzi impreziositi dai salti mortali, grande temperanza e veramente grande precisione. Come fisicità ricorda la Fontana. Nel secondo tempo ha pattinato su Copacabana, con i salti che veramente lasciavano a bocca aperta.
Viktor Petrenko era la prima volta che lo vedevo dal vivo. Anche lui, come Candeloro e Dmitrenko, da grandissimo atleta, a grandissimo showman. Nel secondo tempo, molto riuscita oltre che precisa (soprattutto nei salti) l’interpretazione di Mambo N° 5 di Lou Bega con il pupazzo della donna attaccato ai suoi vestiti. Grandioso.
Barbara Fusar-Poli e Maurizio Margaglio devo dire la verità, per essere atleti di Milano mi sarei aspettato un’accoglienza più calorosa da parte del pubblico. Mi ricordo una festa più grande a Courmayeur sia quest’anno che l’anno scorso; sono una delle punte di diamante del cast di De Leonardis, e non deludono certamente. Sonoi molto precisi e il programma I belong to you è veramente da standing ovation. Molto divertente anche quello del secondo tempo con musica da Rota a Cotton Eyed Joe che rimandava alla Slutskaya si SLC02 (Se ci fosse stata anche lei cavoli…!). Sono programmi che avevano proposto per il LICT06.

Il finale è stato fatto sulle musiche di Madonna, la stessa del galà di Torino 2006 e cioè Hang up.

I miei complimenti ad Alessandro De Leonardis, capace di unire un cast così completo e di livello cosi alto.

Meno male che il pubblico milanese e italiano ha risposto alla grande a questa iniziativa, in modo, si spera di non farla cadere nel dimenticatoio ma di farla essere solo l’inizio di una lunga serie di spettacoli e galà in Italia.

Un in bocca al lupo alla nostra Carolina Kostner (devo dire ho tremato quando è salita sul ghiaccio con le scarpe, meno male che aveva Ruslan Goncharov vicino).

Un saluto riproposto a quegli utenti del forum

Icewire che ho conosciuto di persona.

 
E il 18 Ottobre su ITALIA 1 alle ore 23.30 ci sarà la messa in onda dello spettacolo!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...